Attori? Molto improbabile

Gli Arcieri del Martello attori per un giorno grazie a Legnanonews - Palio di Legnano 2019

“Ci sarebbe da fare un film.”
“COSA?”

Un semplice inizio che in quel di ottobre ci ha visti chiamati alle armi, non per la solita manifestazione ma per girare uno spot per il Palio di Legnano, che per me rimane comunque “Il Carroccio”! Grazie a LegnanoNews ci siamo ritrovati con i Cerimonieri del Palio e i Cavalieri della Morte presso la Baitina al Parco Alto Milanese (che ci ospita da anni), dove abbiamo conosciuto lo staff di LegnanoNews e la troupe diretta da J.J. Bustamante, sotto la guida di Marco Tajè, patron dell’emittente.

Come al solito, in breve tempo, si è eretto un accampamento misto tra noi e i Cerimonieri, mentre i Cavalieri accudivano le loro cavalcature. Poi, uno dopo l’altro, lasciamo i panni in borghese per indossare quelli della nostra seconda natura. Sì, siamo appassionati di storia. Sì, cerchiamo di unire la nostra idea di tempo libero con la conoscenza e il divertimento! Se non fosse per questa parte ludica, dubito che si potrebbe andare avanti.

Uno spuntino in compagnia, un’aggiustatina a veste ed equipaggiamento e poi via con le riprese. Un po’ impacciati ascoltiamo J.J. e la sua assistente: ci dirigono, in una sequenza di ripetizioni, di prove: “AZIONE” e “STOP”. “Questa andava quasi bene!” Già, quasi! Perché quasi bene, non va bene! Combattenti, cavalieri, arcieri e donne, ciascuno impegnato a far bene e disinvoltamente ciò che sa sicuramente fare, ma che sotto l’occhio della telecamera diventa difficile. Calano la sera e il freddo, la luce affievolisce, ultima scena dentro la tenda comando, piegati sulla cartina che, in fondo, fatichiamo a leggere.

“Bene, ragazzi! Per oggi è finita, ora guarderemo il girato, ma di sicuro c’è qualcosa di buono.” dice Bustamante. Marco, che ci ha seguito col suo perenne sorriso, ci raccomanda di fornire una foto per il nostro banner sulla pagina del Palio. È finita. Comparse, più che attori, ma vado fiero dei miei arcieri che ci hanno messo tutto il loro impegno. Smontiamo il campo, carichiamo i veicoli, chiacchieriamo commentando l’esperienza. Ci guardiamo, siamo legnanesi, siamo orgogliosi d’esserci stati.

Vivere il Palio significa tante cose, noi speriamo che lo spot si faccia, che piaccia, ma siamo contenti sin d’ora.

[Kò da Fer]


L’articolo su LegnanoNews: “Lo spot del Palio 2019: storia, tradizione, agonismo”